Cookies

Cookie Policy La presente Cookie Policy è relativa al sito www.burdello.com (“Sito”) gestito e operato da Riccardo Cavallaro CVLRCR74H14B107F. I cookies sono piccoli file di testo inviati all’utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto. Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito. Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l’utente può utilizzare per connettersi al Sito. Cookies tecnici I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito. Tipologie di cookies utilizzati Cookies di prima parte: I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall’utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L’utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori. Cookies di terzi: I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall’utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l’informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti. Cookies di sessione: I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l’accesso – login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Riccardo Cavallaro utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Riccardo Cavallaro non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Riccardo Cavallaro a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Riccardo Cavallaro si applica solo al Sito come sopra definito. Cookies persistenti: I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell’utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito. Cookies essenziali: Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l’uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati. Cookies funzionali: Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l’utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime. Cookies di condivisone sui Social Network: Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l’utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy. Come modificare le impostazioni sui cookies La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E’ possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione “Opzioni” o “Preferenze” nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser. E’ anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: – Internet Explorer; – Chrome; – Safari; – Firefox; – Opera. Da dispositivo mobile: – Android; – Safari; – Windows Phone; – Blackberry. Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto.

Orsetto senza pelo

caro vecio, sono un orsetto senza pelo di nome trudi… dar caso me conossito?
go tanti problemi de zervel ma soprattutto uno de fondo skena!!! me spussa el cul anka quando non scoreso. Samme consiglieto par sto problema de merda? Un saluto particolare da un vostro afecionados de figas

 

Te do el stesso consilio che go dato a carla, i clisteri a la menta. Non ghe niente de meio ne la vita de un clistero a la menta piperita

 

Il vecio

Chi è che comanda

Caro vecio, ho un piccolo problema con la mia attuale morosa. Lei dice che la
sfrutto (solo perchè vivo nel suo appartamento e mi mantiene?) e che sono un
individualista (solo perchè dopo i rapporti sessuali mi giro dall’altra
parte?). Io mi sono incazzato come una iena, e ieri sera mentre mi spompinava
le sono venuto in bocca. Secondo la tua confermata esperienza ho aggravato la
mia posizione oppure ho fatto bene a farle capire che l’uomo deve comandare
comunque e in ogni caso?
PS: la storia è maledettamente vera.

 

Se ghe dava fastidio, la te lo destacava coi denti, questo per dimostrar che quando la ghe l’ha in boca l’è ela che comanda. Come comunque sempre, parchè finchè el ne tira femo tanto i galeti e disemo de comandar noialtri, ma basta che vedemo el pelo e non capimo più niente e ghe portemo l’acqua con le recie. Quando dopo non el te tira più te toca trovar la badante che la te cambia el catetere, e te ghe palpi el cul e non te ricordi neanche el perchè.

 

Il vecio

Dragonstea badante rumena

Caro Vecio, potere tu moderare tuo linguaggio e mantenere una comportamenta adeguata e rispettosa tua nobile eta` ? Prima che arrivare in Italia con clandestini dentro camion di tacchini congelati io lavorava in casa-riposo di Romania e mai conosciuto nessun anziano cosi volgare come tu, e soprattutto nessuno palpare quando andavo per cambiare catetere. Io ha bisogno di soldi, ma non potere piu` lavorare con persona che ogni volta tenta di infilare qualcosa dentro mie parti intime e non. Grazie a te

 

Dragostea, tua badante rumena

Sacchetto in testa

Ciao vecio sono anch’io una ragazza alle prime armi che in questi ultimi anni
stà scoprendo quanto il suo corpo si apprezzato dall’altro sesso.
Ho gia avuto i miei primi rapporti ma non sono mai riuscita a raggiungere un
orgasmo come si deve in quanto tutti i miei partner apprezzano il mio corpo ma
quando mi guardano in faccia hanno spesso forti sforzi di vomito.
Aiutami vecio dimmi tu come risolvere il mio problema!

 

Te consilierei la buona e veccia tennica del sacheto i testa, se possibile quei de carta per il pan, se no te te stoffeghi.

 

Il vecio

Collega linfomane

caro vecio, ieri sera on me amico el me gà dito che el gà na collega de laoro che la sè linfomane, el me gà dito anca de nar a troarlo cusi go modo de vedarla e magari de trombarla…. cosa me sugerisito?

 

Mi ci andaria anca, anca perchè poareta se la ga sto problema, bisogna proprio darghe una mano, sopratuto nel cul. A proposito dovelo sto posto? Ghe rivela la coriera?

 

Il vecio

Una storia senza futuro?

29/4/2004 - LISA – CIAO VECIO,IO SONO LISA PREMETTO CHE HO SOLO 15 ANNI E NON HO AVUTO DELLE STORIE MOLTO IMPORTANTI MA PURTROPPO HO AVUTO MOLTE DELUSIONI. E’ PASSATO UN ANNO DA QUANDO HO ROTTO CON IL MIO EX E FINO A DUE MESI FA QUEL CRETINO CONTINUAVA A ESSERE LA MIA OSSESSIONE, ERA UN INCUBO CHE MI ACCOMPAGNAVA SEMPRE.POI IL 26/02/04 HO CONOSCUTO NELLA CASUALITA’ PIU’ ASSOLUTA UN RAGAZZO, INIZIALMENTE NON HO PENSATO MOLTO A LUI,MA POI MI SONO RESA CONTO CHE INCONSCIAMENTE CERCAVO DI VEDERLO, COMINCIAI A FREQUENTARE I SUOI STESSI LUOGHI.LO VEDEVO IN COMPAGNIA DI TANTI AMICI E UNA VOLTA MI CAPITO’ DI VEDERLO MENTRE BACIAVA UNA RAGAZZA. DA ALLORA MI MISI L’ANIMA IN PACE PERCHE IN FONDO QUESTO RAGAZZO NON CI AVEVA PROVATO CON ME.UNA SETTIMANA FA MI SI AVVICINA E COMINCIA A PARLARE CON ME, SIAMO STATI UN’ORA A PARLARE DEL PIU’ E DEL MENO.IL PUNTO E’ CHE QUESTO RAGAZZO PUR ESSENDO UN RAGAZZO MOLTO DOLCE NON E’ PROPRIO IL MIO TIPO(INTENDO DIRE MENTALMENTE)PERCHE FISICAMENTE E’ STUPENDO. E’ UNA PERSONA CHE SI GODE LA VITA ATTIMO DOPO ATTIMO SENZA PENSARE AL FUTURO E’ UN PO’ PAZZO, E IL TIPICO RAGAZZO CHE SE VEDE MIO PADRE MI UCCIDE PERCHE COMUNQUE A PRIMO IMPATTO NON DA UN’IMMAGINE DEL TUTTO POSITIVA MA A ME PIACE NON SO SPIEGARMELO NEMMENO IO, SIAMO COSI’ DIVERSI EPPURE LO SENTO COSI’ VICINO.NON STIAMO INSIEME PERCHE’ NON SO COSA VUOLE LUI DA ME E FORSE NON LO SO NEMMENO IO COSA VOGLIO DA LUI.IO NON RIESCO A VEDERMI IN UN FUTURO CON LUI MA MI CI VEDO BENISSIMO NEL PRESENTE,COME FACCIO A COMINCIARE UNA STORIA SENZA PENSARE A LUI IN UN FUTURO?

 

Cara Lisa, secondo mi ti hai bisognio de punture di ciccio, ma belle grandi. Quindi dala via il più possibile fintanto che ti si giovane, che quando ti diventi veccia non le vol più nessuni.

 

Il vecio

Testadimicia

caro vecio…ho letto la mail di lisa…
mi son più vecia de ela….
ma par conto mio….
ehy per conto mio ….
per conto mio… a volte è meglio far finta de niente!
ciao ps non si nota che son da pescantina!
il dialetto non lo !!!uffy,fa il bravo,ps son finita per caso su questo
sito,perchè c’è uno dei tuoi o tu che mi scrive su cupido!ciao ciao

 

Testadamicia

 

Cara Testadamicia, anca se preferisso l’ispetore deric, a volte guardo anca la signora flecer, quela dei gialli, che anca ela fra parentesi l’era da zoena un bel toco de stropolona, mentre adeso la me fa un po skifo anca a mi ke tuto sommato son abastanza de boca bona, non digo basta ke la respira ma insoma quasi. Tornando al discorso de prima, ti consiglio anca a ti, ne l’indecisione, quando te si indecisa, dala, no come le infermiere del ricovero, che le ghe le da solo ai obietori, e se noantri ghe palpemo el cul le se inrabia. Fa contenti anca i vecioti, che el cicio le sempre cicio.

 

Il vecio